Per un nuovo anno di street photography

Sad Santa

Un Babbo Natale triste (almeno questa è la mia impressione) nella vetrina di un negozio di Siena.

Le festività natalizie sono ormai passate ed è finito anche il 2011.

Ho scattato le ultime foto dell’anno appena trascorso a Siena e, come ormai accade da un po’ di tempo, si tratta prevalentemente di immagini nello spirito del gruppo Like a stray dog, che potete trovare su Flickr.

Per me il 2011 è stato un buon anno dal punto di vista fotografico, perché ho avuto la possibilità di visitare molte città, tra cui Lisbona, e di scattare molte foto interessanti. Il mio archivio si è ulteriormente ampliato e molte sono le immagini che devo ancora sistemare e pubblicare. Non soltanto foto di carattere street, ma queste rimangono la parte prevalente. Street nel senso di foto scattate camminando per le strade delle città che ho visitato, in una personalissima pratica di photowalking. Infatti tendo a fotografare più le cose che le persone, perciò pratico la street photography in modo più ampio del senso classico.

Cosa mi aspetto dal 2012?

Innanzitutto di avere (ancora) più tempo da dedicare alla fotografia, cioè di avere la possibilità di visitare città e luoghi interessanti, accompagnato come sempre dalla mia Nikon D80 (e in qualche occasione anche dalla Ashai Pentax Spotmatic F con tanto di pellicola in bianco e nero) e da un taccuino Moleskine per gli appunti. La meta della prossima estate è Kiev, capitale dell’Ucraina, ma è solo un’idea.

A proposito di appunti di viaggio, forse riuscirò finalmente a scrivere sintetici reportage su Budapest, i percorsi pavesiani e ovviamente Lisbona. Non necessariamente in tale ordine…

Per quanto riguarda gli altri progetti fotografici ho due priorità: ampliare il numero di utenti del gruppo Like a stray dog, che al momento conta 71 membri per oltre 800 foto, e iniziare a organizzare le immagini per i due libri di fotografia che ho in mente.

Il primo libro su cui vorrei lavorare ha il titolo provvisorio di Tracce urbane. Consiste in una raccolta di foto di genere rigorosamente street, in bianco e nero, che mostrino il rapporto tra l’uomo e la città. L’idea è qualle di utilizzare due tipi di immagini che fanno parte del progetto Like a stray dog, cioè tag e scritte su muri, saracinesche etc. e manifesti di pubblicità, eventi etc. Scritte e manifesti sono per la città quello che le rughe sono per un viso: segno di una vita vissuta.

Il secondo libro è sempre legato alla città e consiste in una selezione di fotografie che mostrino varie città italiane ed estere da punti di vista non usuali. Ho già parlato di tale argomento in altri articoli e ho già accennato all’idea di realizzare un libro sull’argomento. Ora è il momento di mettersi al lavoro! Tra i viaggi all’estero e soprattutto in Italia ho ormai un discreto numero di fotografie tra cui scegliere… certo mi mancano molte città più famose, ma questo progetto è un work in progress che potrà essere aggiornato con il passare del tempo.

Insomma, dall’anno appena iniziato mi aspetto soprattutto molto tempo da dedicare alla fotografia e in particolare ai miei progetti di street photography. Non mi resta che augurare altrettanto ai fedeli lettori di questo blog (lo so, lo so… dovrei scrivere con maggiore frequenza!) e a tutti i membri del gruppo Like a stray dog.

Dati EFIX della foto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...