Yo Yo Mundi

Yo Yo Mundi

Yo Yo Mundi alla Festa dei popoli di Cassano d’Adda (10.07.2009).

Scattare con poca luce, e per di più un soggetto in movimento, è sempre difficile. C’è il rischio che l’immagine risulti eccessivamente mossa oppure troppo rumorosa per l’utilizzo di ISO elevati.

Questa foto scattata al concerto di Yo Yo Mundi presso la Festa dei popoli presenta entrambi i difetti: mosso e rumore.

Eppure, a volte, tali imperfezioni rendono un’immagine più interessante. In questo caso il mosso sottolinea il dinamismo dell’azione e il rumore digitale, anche se tutto sommato risulta contenuto, dà il senso di “grana” da pellicola – e mi evita di simularla in Photoshop, che non è mai il massimo.
Se il mosso e il rumore sono stati praticamente imposti dalle condizioni di scatto, l’inquadratura e il momento sono stati frutto di una ricerca che è durata circa una cinquantina di scatti che ho effettuato nell’arco di un’ora. Non riuscivo a trovare un’inquadratura che comprendesse in maniera chiara (quasi) tutti i musicisti e che allo stesso tempo raccontasse l’energia sprigionata dal gruppo durante il concerto. Questo è stato l’ultimo scatto che ho effettuato e l’unico che mi soddisfa.

Mi sembra che il bianco e nero conferisca all’immagine realismo e drammaticità, che permettono alla fotografia di essere contemporaneamente il documento di un istante e il racconto di una storia. Questa è la sensazione che ho avuto dalle ultime mostre viste allo Spazio Forma di Milano, cioè Questa è la guerra! su Robert Capa e Gerda Taro e Nippon Kobo – Sguardi sul Giappone. Per questo motivo sono sempre più affascinato dal bianco e nero e anche se scatto in digitale, mi sforzo, per così dire, di pensare in bianco e nero. Cerco di visualizzare l’immagine che voglio ottenere ponendo particolare attenzione al contrasto di luci e ombre e pensando in anticipo al modo in cui sarà reso nella conversione.

Documentare. Raccontare. Questo è quello che tento di fare con la fotografia. Preferibilmente in bianco e nero.

Per la conversione in bianco e nero di questa foto ho utilizzato Adobe Photoshop CS4 applicando il livello di regolazione bianco e nero. Poi ho applicato il livello di regolazione curve per bilanciare il contrasto in modo accurato e ho utilizzato lo strumento brucia e scherma per ritoccare leggermente alcune zone. Infine ho ridimensionato l’immagine a 1024 pixel di larghezza, ho applicato una leggera maschera di contrasto e ho convertito il profilo di colore in sRGB. L’ultima azione è stata l’esportazione in JPEG alla qualità massima (12) con la modalità baseline optimized.

Dati EFIX della foto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...